Abbazia di Nonantola - Museo Benedettino e Diocesano d'Arte Sacra Tel. 059.549025 - info@abbazianonantola.it

Welcome visitor you can log in or create an account

Eventi e Mostre

Misure in materia di salute pubblica - coronavirus - MUSEO CHIUSO E MESSE SOSPESE

IL MUSEO BENEDETTINO E DIOCESANO RIMARRA' CHIUSO FINO A NUOVA COMUNICAZIONE. ANCHE LE ABSIDI ED IL GIARDINO INTERNO NON SONO VISITABILI.

E' OPPORTUNO SPOSTARSI SOLO PER IMPELLENTI NECESSITA' DI LAVORO E DI SALUTE. LE VISITE AI MUSEI, MONUMENTI E CHIESE DEVONO QUINDI ESSERE SOSPESE E RIMANDATE.

Come specificato nel DPCM dell'8 marzo 2020
 
"evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita nella provincia, nonchè all'interno della provincia stessa, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute"

 

Dirette streaming e tv fino a domenica 15 marzo

Appuntamento speciale per giovedì 12 marzo: alle ore 20.30 siamo tutti invitati a collegarci in streaming alla pagina Facebook Parrocchia di Fiorano dove il Vicario Generale, Mons. Giuliano Gazzetti, assieme ai sacerdoti e alla religiose della comunità locale, reciteranno il Santo Rosario, affidando le preghiere alla Beata Vergine del Castello, in particolare per tutti gli ammalati e le loro famiglie e per tutto il personale sanitario impegnato in questa emergenza.

Prosegue anche per domenica 15 marzo lo schema adottato dall’Arcidiocesi di Modena-Nonantola e dalla Diocesi di Carpi, grazie alla collaborazione delle emittenti televisive locali TvQui e TRC, per offrire la possibilità di seguire la Santa Messa della terza domenica di Quaresima.

Alle ore 11 in diretta dal Duomo di Carpi la Santa Messa sarà trasmessa da TvQui (canale 19 del digitale terrestre), mentre alle ore 18 nel Duomo di Modena da TRC (canale 11 del digitale terrestre).
Entrambe le celebrazioni saranno presiedute da Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo di Modena-Nonantola e Amministratore Apostolico di Carpi.

Sono disponibili, inoltre, un sussidio per la preghiera in famiglia della terza domenica di Quaresima preparato dall’Ufficio Liturgico Diocesano e, come di consueto, lo speciale “Vangeloclip” con il commento di Mons. Castellucci al Vangelo della domenica.

 

Disposizioni dell'Arcidiocesi di Modena-Nonantola in ordine al “coronavirus” del 9 marzo 2020

In riferimento al Comunicato della Conferenza Episcopale Italiana CS 11/2020 e al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020, in comunione con gli Arcivescovi di Bologna, Ravenna-Cervia, Ferrara-Comacchio e i Vescovi della Romagna, con il presente DECRETO promulghiamo anche per l’Arcidiocesi di Modena-Nonantola e per la Diocesi di Carpi le seguenti disposizioni, che aggiornano le precedenti:

  1. Nei luoghi di culto e ad uso pastorale si evitino assembramenti di persone. Tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi si garantisca e rispetti la distanza tra persone di almeno un metro (cf. DPCM 8 marzo 2020, art. 2 lettera v).
  2. Le chiese restino aperte in orari prefissati per consentire la preghiera personale e l’incontro con i sacerdoti.
  3. Si tolga l’acqua benedetta dalle acquasantiere.
  4. Fino al prossimo 3 aprile compreso sono sospese le SS. Messe feriali e festive con la partecipazione dei fedeli in tutti i luoghi di culto. Pertanto è sospeso il precetto festivo (can 1248 &2). Si invitano i fedeli alla preghiera personale e in famiglia, utilizzando i sussidi proposti dagli organismi pastorali e seguendo le celebrazioni trasmesse via streaming, alla radio e alla televisione.
  5. Fino al prossimo 3 aprile compreso è sospesa la celebrazione di battesimi, cresime, prime comunioni e matrimoni, con la partecipazione dei fedeli. È consentita la celebrazione dei sacramenti in caso di urgente necessità.
  6. È consentita la visita a casa, la Comunione, l’Unzione degli infermi e il Viatico.
  7. Fino al prossimo 3 aprile compreso sono sospese le visite alle famiglie per le benedizioni pasquali.
  8. Fino al prossimo 3 aprile compreso sono sospesi gli incontri di catechesi. Ove possibile si svolgano attività di formazione attraverso sussidi e/o via streaming.
  9. Fino al prossimo 3 aprile compreso sono sospese le attività formative, aggregative, sportive di circoli e oratori.
  10. Fino al prossimo 3 aprile compreso sono sospesi altresì manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, inclusi quelli cinematografici e teatrali, feste e sagre parrocchiali, pellegrinaggi e gite.
  11. I Centri d’ascolto e i servizi della Caritas diocesana e parrocchiali svolgono la propria attività in accordo con le rispettive diocesi e secondo le indicazioni delle competenti autorità territoriali.
  12. Per quanto riguarda le esequie:
  • sono consentite esclusivamente: la Preghiera alla chiusura della bara e quella Al sepolcro (Cf. Rito delle Esequie, prima parte n. 3 e n. 5);
  • sono vietate le veglie funebri con convocazione pubblica presso la casa dei defunti, nelle case del commiato e presso gli obitori.
  • Quando la salma è ricomposta il ministro ordinato si rechi presso il defunto per una preghiera. Si usi il formulario della preghiera alla chiusura della bara del Rito delle esequie (nn. 42-45).
  • Il feretro venga portato direttamente al cimitero dove si celebri la sepoltura come prevista dal Rito delle esequie (nn. 94-98).
  • I cortei funebri verso il cimitero sono sospesi.
  • Anche durante la preghiera prima della sepoltura si raccomandi agli eventuali presenti il rispetto delle distanze imposte dalla normativa.
  • Nel caso in cui la salma vada alla cremazione la preghiera avvenga nel luogo e al momento della partenza del feretro.
  • Si cerchi di concordare la Messa in suffragio del defunto con la famiglia, a tempo opportuno, al termine dell’emergenza.
  • Per le esequie di defunti che erano affetti da Covid-19 valgono le seguenti indicazioni:

+ La visita alla salma è vietata dall’autorità sanitaria. Pertanto è sospesa oltre alla veglia funebre, anche la preghiera alla chiusura della bara.

+ Il feretro venga portato direttamente al cimitero dove si celebri il breve rito della sepoltura come previsto dal Rito delle esequie (nn, 94-98).

+ Anche durante la preghiera alla sepoltura, si raccomandi agli eventuali presenti il rispetto delle distanze imposte dalla normativa.

+ Nel caso in cui la salma vada alla cremazione la preghiera avvenga nel luogo e al momento della partenza del feretro, ma quando gli operatori avranno già chiuso la bara.

+ La Messa di suffragio sarà concordata con la famiglia a tempo opportuno al termine dell’emergenza, soprattutto tenuto conto del fatto che spesso i parenti stretti del defunto sono in regime di quarantena.

Il parroco avvisi per tempo la famiglia dei defunti e le agenzie di servizi funerari delle disposizioni attuali e se ne dia adeguata comunicazione negli annunci di morte predisposti onde evitare spiacevoli inconvenienti.

In ogni caso si suggerisce che i presbiteri ed i diaconi chiamati ad accompagnare il transito di un fedele defunto, mantengano tutte le cautele possibili, al fine di evitare il contagio. Il divieto di celebrare i funerali secondo il rito completo è per noi cristiani molto pesante da accettare e “incontra sofferenze e difficoltà nei Pastori, nei sacerdoti e nei fedeli. L’accoglienza del Decreto è mediata unicamente dalla volontà di fare, anche in questo frangente, la propria parte per contribuire alla tutela della salute pubblica” (Segreteria Generale della CEI, Comunicato dell’8 marzo 2020). Ringraziamo per la preziosa collaborazione soprattutto i presbiteri e i diaconi. Contiamo sul loro senso di responsabilità. La situazione sanitaria è tale da richiedere un rispetto rigoroso delle indicazioni. Esprimiamo vicinanza a tutti in particolare alle famiglie colpite in queste settimane da un lutto a cui sappiamo di chiedere, a salvaguardia della salute, un ulteriore sacrificio. Preghiamo per loro e per i loro cari defunti perché il Signore della vita li accolga nella sua pace.

Tale disposizioni restano in vigore fino a nuove indicazioni.

Modena, 9 marzo 2020

+ Erio Castellucci
Arcivescovo di Modena-Nonantola
Amministratore Apostolico di Carpi

 

 

Leggi tutto...

Visite guidate domenicali alla basilica ed al museo per singoli e piccoli gruppi

VISITE GUIDATE DOMENICALI APERTE A TUTTI - Scopriamo l'Abbazia e il suo museo con le nostre guide

 

Ogni domenica pomeriggio ha luogo una visita guidata aperta a tutti i visitatori con inizio alle ore 15. Pagando il biglietto d'ingresso, avrai la possibilità di visitare la basilica ed il museo con l'accompagnamento di una nostra guida. 

La visita con la guida comincia all'orario indicato ed ha una durata di circa un'ora e mezza. Non è necessaria la prenotazione. Il luogo d'incontro è la biglietteria del museo (in via Marconi 3, a fianco dell'abbazia). 

Il servizio è rivolto solo ai singoli visitatori e ai piccoli gruppi inferiori alle 15 persone. Le visite per comitive (dai 15 partecipanti) vanno prenotate.

 

Info 059 549025 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Visita con la tua comitiva

Per i gruppi turistici possiamo proporre un itinerario della durata di circa un'ora e mezza attraverso i luoghi più suggestivi dell'antico complesso monastico. 

Nello specifico, sarete accompagnati alla scoperta dell'Abbazia benedettina dell'VIII secolo (interno e cripta, portale e absidi) e del Museo Benedettino e Diocesano, che ha sede nel Palazzo Abbaziale ed ospita opere d'arte di inestimabile valore, tra cui il Tesoro dell'Abbazia di Nonantola, le pergamene ed i codici miniati fabbricati nell'antico scriptorium monastico. 
Su prenotazione le nostre guide vi possono accompagnare nel percorso. 
Una guida accompagna un gruppo di 20/25 persone: per comitive numerose occorre prenotare più guide. 
Tutti i sottogruppi (con 2 o più guide) svolgono contemporaneamente il medesimo percorso alternandosi tra Abbazia e Museo, senza tempi d’attesa.
Per prenotare una visita guidata e per ogni informazione ulteriore è necessario contattare il numero telefonico 059549025 o scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Su richiesta, per pellegrinaggi e gruppi di preghiera è possibile accordarsi per la celebrazione della Messa in Basilica o pianificare la visita guidata per ottenere l'indulgenza plenaria nell'Anno Santo Nonantolano (16 settembre 2018-31 dicembre 2019). Su accordo, per i cori e le schole cantorum è possibile animare il canto le celebrazioni liturgiche festive o feriali.


L'appuntamento con le guide per l'inizio della visita è all'ingresso del Museo Benedettino e Diocesano (Via Marconi 3). 


Il parcheggio per pullman è in Piazza Alessandrini, a circa 100 metri dal complesso abbaziale, che rimane nel centro storico di Nonantola.

 

Il pagamento può essere effettuato il giorno stesso della visita direttamente presso la biglietteria del museo diocesano o con bonifico (da specificare all'atto della prenotazione).

Leggi tutto...

Per le scuole: laboratori e visite guidate

SCUOLE: VISITE GUIDATE E LABORATORI

 NELL'ANNO SCOLASTICO 2019/20 SARA' FINALMENTE VISITABILE TUTTA LA BASILICA ABBAZIALE!

LABORATORIO "LA FABBRICA DEL CODICE" - PER SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO

Diventa amanuense per un giorno: l’attività dei monaci in uno scriptorium dei secoli XI-XII

miniaturaO

 

 

2011 12 16 11.29.58LABORATORIO DIDATTICO DI FABBRICAZIONE DI UNA PERGAMENA E DI SCRITTURA CAROLINA

Il laboratorio fornisce ai ragazzi alcune conoscenze di base sul processo produttivo del codice manoscritto medievale, ripercorrendone le fasi di lavorazione (la produzione della pergamena e la sua preparazione alla scrittura, la fabbricazione degli inchiostri e della penna, la fascicolazione dei fogli e la scrittura del testo, la legatura dei fascicoli per formare il codice, la decorazione della coperta e la miniatura).

Il percorso è articolato in due fasi. La prima è la visita guidata al museo, dove sono custoditi i Codici medievali miniati (Evangelario di Matilde di Canossa, Graduale ed Acta Sanctorum) e le pergamene più celebri (in particolare quella di Carlo Magno con il suo monogramma, Matilde di Canossa e suoi avi, di Federico I Barbarossa ed altre scelte tra le oltre 4.500 dell’Archivio Abbaziale). Nella visita si pone particolare attenzione alla spiegazione delle operazioni e degli strumenti utilizzati dai monaci nello scriptorium.

Si passa poi alla seconda fase del lavoro. Il gruppo è invitato ad entrare operativamente nel percorso produttivo che porta alla creazione di un foglio – sullo stile del lavoro dei monaci nel Medioevo – partecipando alle seguenti attività:
- fascicolazione dei fogli
- foratura e tracciatura delle righe guida dello specchio scrittorio
- scrittura con inchiostro e calamo in minuscola carolina

 

 

miniatLABORATORIO DIDATTICO DI REALIZZAZIONE E DECORO DI UN CAPOLETTERA MINIATO

Il laboratorio fornisce ai ragazzi alcune conoscenze di base sull’ornamentazione e sulla miniatura degli splendidi capilettera realizzati dai monaci miniatori a completamento del processo di produzione dei codici.

La prima fase è comune al percorso precedente.

Nella seconda, invece, ogni studente sarà invitato ad entrare attivamente nel percorso produttivo di realizzazione e decoro di un capolettera miniato (tratto dai codici nonantolani) – proprio seguendo le procedure del lavoro dei monaci – partecipando alle seguenti attività:
- disegno del capolettera e ripasso dei contorni con l’inchiostro rosso
- doratura del capolettera
- stesura dei colori

DESTINATARI
Fino a 2 classi per giornata (o comunque massimo 60 alunni per giornata). Per gruppi più numerosi è necessario prendere accordi specifici con il museo. L’attività è indicata per scuole secondarie inferiori e superiori. Si può adattare anche per la scuola primaria (quarto e quinto anno). L’insegnante potrà optare se seguire solo un percorso a scelta o se seguirli tutti e due (in due giornate diverse o facendo un laboratorio al mattino ed uno al pomeriggio), da specificare al momento della prenotazione. L’insegnante – se lo vorrà – potrà portare nella stessa mattinata due classi, una per il percorso di fabbricazione e di scrittura della pergamena e l’altra per quello di miniatura del capolettera.

 

 

 

miniatura mTEMPI DELL'ATTIVITA'
Il laboratorio sarà attivo dal lunedì al venerdì. Il percorso dura tre ore e comprende: visita al museo (nello specifico, parte dedicata ai codici e delle pergamene medievali) ed attività laboratoriale. L'orario di inizio dell'attività è flessibile in base all'orario di arrivo a Nonantola e può essere concordato all’atto della prenotazione.

COSTI
Per ogni partecipante € 5,00 comprensivo di
- Ingresso al museo
- Servizio di guida per tutta l’attività
- Materiali dell’attività laboratoriale
Per le scuole che volessero svolgere tutti e due le attività (laboratorio di fabbricazione e scrittura della pergamena + laboratorio di miniatura del capolettera) in due giornate diverse o in un'unica giornata restando a Nonantola mattino e pomeriggio è previsto un costo ridotto pari a 8 € anziché 10 €. Gli alunni H e gli insegnanti accompagnatori rientrano nelle gratuità.
Ad un prezzo agevolato (€ 1,50) è possibile acquistare il volumetto “Dal Gregge al Codice. Come nasce un libro nel Medioevo”, strumento a supporto dell’attività laboratoriale che può essere utilizzato dall'insegnante in classe per moduli di approfondimento.

PER OGNI INFORMAZIONE E PER PRENOTAZIONI: 059 549025 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 pdfScarica il depliant "La Fabbrica del codice"

 
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Eventi e Notizie

Misure in materia di salute pubblica - coronavirus - MUSEO CHIUSO E MESSE SOSPESE

arrow_forward

Visite guidate domenicali alla basilica ed al museo per singoli e piccoli gruppi

arrow_forward

Visita con la tua comitiva

arrow_forward

Per le scuole: laboratori e visite guidate

arrow_forward